Baglio Scorzadenaro

Il caso BaglioScorzadenaro
(By #FrancescoPrestigiacomo 
Vice presidente Associazione R’Innova Palermo – avvocato)

Il luogo si trova davanti al Pagliarelli, sotto il cavalcavia di via Ernesto Basile.

 

 

Ieri grazie all’interessamento del Consigliere di Quarta Circoscrizione MirkoDentici, l’associazione ha partecipato e intervenuta per porre nuovamente all’attenzione la questione al prefetto e vice prefetto di Palermo e al Comune(ognuno per le proprie competenze) per trovare soluzioni e proposte condivise e valide per valorizzare e concretizzare qualcosa.

Vedremo e vi aggiorneremo nei prossimi giorni se vi saranno evoluzioni positive.

Questo “gioiello” del tardo ‘500 da anni è rimasto in balia di vandali e ladri. Il Comune vi ha speso mezzo milione di euro, ma per ben due tentativi di assegnazione sono finiti sostanzialmente con un nulla di fatto.
Baglio Scorzadenaro, immobile in parte fondamentalmente é rivalorizzato ma poi abbandonato.
Terminati i lavori di messa in sicurezza e consolidamento per il miglioramento sismico, prima la polizia municipale (nel 2010) e poi l’Avis (nel 2015) hanno rinunciato all’affidamento del bene di proprietà dell’amministrazione, che si trova lungo la circonvallazione, nella borgata di Pagliarelli, proprio sotto il cavalcavia di via Ernesto Basile.

Il motivo? 

Troppi soldi da spendere per rendere il baglio abitabile.

Breve storia  tratto dall’articolo di PalermoViva
Fonte link: una-via-al-giorno-via-scorzadenaro 

La via Scorzadenaro, che oggi va dalla via Gaetano Costa alla via Altofonte, in passato aveva un corso completamente diverso da quello odierno, fino ai primi anni ’80, infatti, essa conduceva ad un antico agglomerato agricolo nel cui cortile si trovavano costruzioni seicentesche e settecentesche, nonché una chiesetta dedicata a Sant’Anna.

Nel 1983 il baglio fu abbattuto per fare posto alla doppia carreggiata del viale della Regione Siciliana e dell’intero agglomerato oggi resta soltanto un palazzetto visibile nei pressi delle rampe d’accesso di viale Regione, nonché dal viadotto che si trova in via Ernesto Basile, sempre nei pressi delle rampe.

Il nome Scorzadenaro (conosciuto anche come Scorciadenaro o Scozzadenaro), secondo la tradizione si riferisce ad un antico mercato di bestiame che si trovava proprio in questa via. Qui i compratori ingenui venivano fregati (scorzati) con prezzi gonfiati o con animali scadenti. Un’altra possibile origine del nome potrebbe essere riferita al nome, o più probabilmente al soprannome, di qualcuno dei proprietari dei terreni della zona.

Nonostante da alcune parti il nome sia riportato come “Scorzadenario” la versione senza la “i” è da considerarsi più corretta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su