DOCUMENTO PROGRAMMATICO DELL’ASSOCIAZIONE R’INNOVA – 7 punti per “R’Innovare” Palermo

AssociazioneRinnova

A volte sono le persone che nessuno immagina che possono fare certe cose, quelle che fanno cose che nessuno può immaginare

R’Innoviamo perché vogliamo contribuire allo sviluppo sostenibile, alla creazione di un’economia circolare, alla tutela dell’ambiente in quanto fondamenta per il futuro.

R’Innoviamo perché solo attraverso la ricerca e la sperimentazione orientati all’innovazione, si possono creare sinergie e integrazioni nei settori economico e sociale, in ambito locale e internazionale.

R’innoviamo perché facciamo rete con le altre associazioni. Per potere sviluppare il nostro programma c’è bisogno di unione. Fare rete vuol dire comunicare, trovare insieme soluzioni ai problemi, creare spazi di dibattito e confronto. Fare rete significa Crescere insieme.

CHI SIAMO


Nasciamo il 4 gennaio del 2020 a Palermo con l’obiettivo di favorire, per il bene comune, l’innovazione e lo sviluppo sostenibile.

La nascita dell’associazione è dipesa da un forte senso di nostalgia, dal desiderio pungente di ritornare essere umani responsabili, maggiormente consapevoli del fatto che sotto i nostri occhi stanno avvenendo cambiamenti epocali, all’interno dei quali ognuno di noi può svolgere un ruolo nella storia del mondo.

Abbiamo avvertito la necessità di definire con chiarezza le linee guida che orientano le nostre azioni nei diversi campi di intervento in cui ci prefiggiamo lo scopo di potere operare.

I nostri intenti sono tanti, alcuni probabilmente ancora sconosciuti ma già reali quanto basta da diventare missioni e legati tutti da un solo leitmotiv:

Sognare è la libertà di percepire mondi al di là dell’immaginazione.

(CASTANEDA)

FINALITA’ E SCOPI DI R’INNOVA :

1)  La mitigazione del rischio idrogeologico.

Serve promuovere interventi di rigenerazione urbanistica, provvedere alla manutenzione del verde urbano, stendere progetti di ingegneria naturalistica, contrastare ogni forma di abusivismo. Tutela dell’ambiente attraverso l’individuazione delle tecnologie per il riciclo e il recupero sostenibile dei rifiuti.

2)  Trasporti.

Il sistema dei trasporti pubblici come elemento di sviluppo economico e sociale. L’impatto tecnologico sulla mobilità per renderla sostenibile, intermodale e a zero emissioni.

3)  Enti locali e scuola.

Il dialogo aperto tra associazioni e Comune, la negoziazione e la condivisione delle operazioni da compiere e dei risultati da perseguire in ordine ad un’educazione permanente orientata all’attivazione di aule didattiche e laboratori.

4)  Sistema sociale.

Molte famiglie si trovano nello stato di povertà assoluta perché non possono permettersi le spese essenziali per condurre uno standard di vita accettabile; banca del tempo e accesso guidato ai servizi di assistenza umana come possibili percorsi di integrazione sociale.

5)  Innovazione Sociale.

L’innovazione sociale come visione di un processo di cambiamento su nuove strategie e idee per lo sviluppo economico e sociale della comunità cittadina.
Innovazione sociale applicata all’istruzione e la formazione, la diminuzione dell’inquinamento, la cultura del riuso e del riutilizzo,economia circolare, la sharing economy e social housing, la valorizzazione culturale, creativa e artistica delle competenze, identità e del territorio di Palermo.

6)  Sport, cultura e turismo.

Il settore terziario rappresenta per la nostra città la fonte principale di crescita e sviluppo, pertanto lo scopo è quello di organizzare eventi e manifestazioni, fiere e iniziative locali per la promozione del territorio e la tutela dei valori dell’artigianato.

7)  Digital Divide.

Il digital divide è il divario che c’è tra chi ha accesso (adeguato) a internet e chi non ce l’ha (per scelta o no). Ne deriva una esclusione dai vantaggi della società digitale. Con danni socio-economici e culturali per chi ne è colpito. L’associazione promuove iniziative per ridurre questo divario sia fra le istituzioni che fra i cittadini.

Siate rinnovatori perché

I paurosi tirano per i piedi chi è intento a volare, per riportarlo a terra. Nella meschinità si sentono meglio se tutti strisciano, li umilia che qualcuno possa contemplare da un piano a loro inaccessibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su